«Sinistra e centrosinistra costruiscano subito programma di radicale cambiamento e giustizia sociale»

09/05/2018

«Sinistra e centrosinistra costruiscano subito programma di radicale cambiamento e giustizia sociale»

«Parafrasando e utilizzando Karl Marx si può dire che la sinistra tutta ha bisogno di un capovolgimento: camminare con i piedi nella realtà concreta, anziché con la testa di pochi e provare così a uscire viva dalle prossime elezioni. La sinistra e il centrosinistra costruiscano subito un programma di radicale cambiamento e di giustizia sociale. Poi sarà più facile ritrovare l’unità, fare le liste e individuare pure il leader. Mi permetto di suggerire a tutti che operazioni dall'alto, costruite nella testa e per gli interessi di pochi, o annunciate con sicumera dalle Tv questa volta sarebbero esiziali. A queste elezioni la sinistra e il centrosinistra rischiano di restare schiacciati tra Lega e M5S. Se si vuole evitarlo si deve preparare un programma forte: lotta alla precarietà e reintroduzione dell’articolo 18, investimenti pubblici per Regioni e Comuni per modernizzare e mettere in sicurezza il Paese e creare almeno mezzo milione di posti di lavoro, rilancio della sanità e della scuola pubblica, case popolari, poliziotti di quartiere per la sicurezza dei cittadini, lotta all'evasione e patrimoniale sulle ricchezze e sui redditi. Candidati nuovi e credibili. In ogni caso, il leader non può essere annunciato in Tv, ma scelto da tutti gli elettori. Capisco. Se si vota a luglio sarà più difficile fare bene tutto questo. Ma sarebbe imperdonabile sempre seguire metodi diversi, soprattutto se si votasse in autunno o a anno nuovo. Ai dirigenti nazionali del PD, di LeU e delle altre formazioni della galassia della sinistra e del centrosinistra questa volta è chiesto davvero di essere generosi». Lo ha scritto, su Facebook, Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana.