#EuropainToscana, “Non c'è una realtà che non abbia visto un ruolo attivo dei fondi europei”

Domani a Siena e provincia la seconda giornata del tour di Enrico Rossi per mostrare il vero volto dell'Europa


“In Italia sottovalutiamo sempre quanto sia importante l'elaborazione programmatica, politico e culturale dell'Europa. Per esempio le battaglie contro l'inquinamento e per l'agricoltura di qualità non sarebbero state possibili senza l'Ue”.

A ricordarlo è il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi che domani sarà a Siena e in alcuni comuni della provincia per la seconda giornata di “Europa in Toscana”, il tour di 100 tappe per spiegare e raccontare quanto l'Europa sia necessaria e indispensabile allo sviluppo della Toscana.


“In Toscana non c'è una realtà, un paese, un Comune, campagna o montagna, che non abbia visto un ruolo attivo dei fondi europei. Per questo ho iniziato le cento tappe di Europa In Toscana, per mostrare il vero volto dell'Europa nella nostra regione”.


“Gran parte delle cose eccellenti realizzate in Toscana – spiega Rossi - sono state fatte grazie ai fondi Ue. Fin dalla prima delle cento tappe che sto facendo in Toscana, non faccio altro che trovare aziende e imprenditori che mi dicono che senza i fondi europei non avrebbero potuto fare investimenti”.


Per Rossi, “la coesione è il naturale bilanciamento agli scompensi del mercato unico. Per questo è fondamentale che il prossimo bilancio dell'Unione non tagli i fondi dedicati a questo pilastro delle politiche comunitarie”.


“Ogni anno – sottolinea il presidente - l'Europa mobilita in Toscana quasi 400 milioni di fondi. Queste risorse hanno un moltiplicatore 3 e quindi rappresentano quasi 1,2 miliardi di euro per la nostra Regione. Questi sono i numeri dell'Europa in Toscana”.


Domani, 12 dicembre, il presidente della Toscana visiterà numerosi progetti finanziati con fondi comunitari, tra cui a Siena il recupero e restauro del complesso di Santa Maria della Scala e l'esperienza della Fondazione Toscana Life Sciences, a Poggibonsi la riqualificazione delle piazze del centro e di una scuola dell'infanzia, a Colle Val D'Elsa l'ampliamento del Teatro del Popolo, a Monteriggioni i processi di efficientamento energetico di Sma Etruria e il restauro della Porta Franca della Via Francigena, a Torrita di Siena le innovazioni dell'azienda Cassioli.


Alle 14.30, è in programma un briefing con i giornalisti in occasione della visita alla Fondazione Toscana Life Sciences (Siena, via Fiorentina 1).