Prima le persone

Il libro

«Se l’obiettivo è incattivire gli animi, creare più clandestini per fomentare più insicurezza e più tensione, e poi proporsi come sceriffi per governarla, il Decreto sicurezza di Salvini è un’ottima legge»

 

Il Decreto sicurezza proposto dal ministro dell’Interno Matteo Salvini non segue una logica di razionalizzazione, ma di rancore. Nega il rilascio di un permesso di soggiorno umanitario a tanti migranti che avrebbero avuto i requisiti per richiederlo: così facendo costringe alla clandestinità sia chi arriva sia chi non vedrà rinnovarsi il visto. Per lo Stato queste persone di fatto scompariranno, a costo di gravi violazioni dei diritti universali e di pericoli per l’integrazione e la salute di tutti i cittadini.

“Prima le persone” illustra il ricorso che la Regione Toscana ha presentato alla Corte costituzionale e la proposta di una legge regionale per i “diritti samaritani”, precedute da due prefazioni. La prima, a firma del prof. Giovanni Maria Flick e scritta nel marzo 2019, entra nel merito delle questioni di costituzionalità poste dal decreto Salvini. La seconda è di Enrico Rossi, presidente della Toscana, che in apertura chiarisce subito la natura dell'iniziativa della Regione: «ci siamo opposti sul piano giuridico e sul piano politico», perchè «questa legge ha segnato un punto di rottura con la nostra Costituzione»